BAMBINI (I^ PARTE)

I BAMBINI
Cosa deve sapere un genitore? I DENTI DECIDUI o DENTI DA LATTE I denti decidui sono 20 e la loro eruzione inizia intorno ai 6 MESI di vita, ma ci possono essere eruzioni precoci o tardive rispetto a tale data. I primi a erompere sono i 2 incisivi centrali inferiori (A), poi i 2 incisivi centrali superiori (B), i 2 laterali superiori (C) e i 2 laterali inferiori (D). Successivamente 4 canini (E) e 8 molari (F). Questi ultimi verranno sostituiti dai premolari permanenti. I molari permanenti erompono all’età di 6 ANNI e non verranno più sostituiti. I denti da latte hanno una FUNZIONE importantissima per la salute ed il benessere del bambino, pertanto i genitori devono prendersene cura sin dai primi mesi di vita anche quando NON sono ancora spuntati, insegnando al bambino le prime manovre di igiene dentale, abituandoli alle regolari visite dal dentista e trasmettendo fiducia e serenità. La funzione masticatoria dei denti da latte viene garantita dalla loro integrità. I denti decidui sono esattamente come i denti permanenti e quindi possono CARIARSI e dare DOLORE con la stessa intensità dei denti degli adulti. Può insorgere una PULPITE e si possono formare gli ASCESSI. Un dente deciduo cariato porta a un accumulo di residui di cibo tra dente e dente, con infiammazione della gengiva e dolore alla masticazione. Il bambino inizia a masticare SOLO DA UN LATO o a non desiderare certi tipi di cibi o a ingerire SENZA masticare, determinando conseguenze anche sulla SALUTE GENERALE. I FAMILIARI, utilizzando lo stesso cucchiaino o succhiando il ciuccio o la tettarella, possono trasmettere, tramite goccioline di saliva, i batteri che determinano la carie. La prevenzione quindi passa anche attraverso la cura e l’igiene della bocca dei genitori e di chi sta vicino al bambino. Mantenere denti da latte sani porta a preservare gli SPAZI che verranno occupati dai denti permanenti, DIMINUENDO il rischio di affollamenti e semplificando le eventuali correzioni ortodontiche (APPARECCHI). CIUCCI e TETTARELLE possono, nel lungo periodo, modificare le strutture ossee del palato favorendo malposizioni dentarie. Bisogna quindi cercare di farne un uso limitato nel tempo.
LA PREVENZIONE: I 4 LIVELLI DI INTERVENTO
Anche prima che i denti erompano è necessario prendersi cura della bocca dei bambini. Con una GARZA STERILE inumidita bisogna massaggiare le gengive, la lingua e l’interno delle guance. L’eseguire queste manovre parlando al neonato con voce rassicurante e con sorrisi lo abituerà a ricollegarle ad un evento piacevole. Quando i primi dentini saranno erotti possiamo iniziare a utilizzare uno spazzolino con testina PICCOLA e setole MORBIDE “sporcato” con una piccola quantità di dentifricio al fluoro. Intorno ai 3 anni il bambino vorrà iniziare a lavarsi i denti da solo. Potrete farglielo fare aiutandolo, insegnandogli i movimenti corretti e guidando la sua mano. Anche in questo periodo deve essere utilizzata una quantità ridotta di dentifricio al fluoro (le linee guida raccomandano una dose delle dimensioni di un pisello). Pulite lentamente tutti i denti assicurandovi di raggiungere tutte le superfici. Ripetete l’operazione 2 volte al giorno senza rinunciare mai a farlo DOPO la cena, prima di dormire. A partire dai 6 anni, cioè quando il bambino sarà in grado di gestire bene la DEGLUTIZIONE, potrà utilizzare il dentifricio al fluoro in quantità normale, sempre SENZA ingerirlo. Lavarsi i denti insieme può essere molto utile per insegnare ai vostri figli i movimenti e l’importanza dell’igiene orale.