Perchè devitalizzare i denti?

Perchè devitalizzare i denti da latte?

I denti da latte, chiamati anche decidui, sono i primi denti a svilupparsi e a crescere durante la vita di ogni essere umano.

I denti da latte iniziano ad erompere al 6° mese di vita e ai i 2 anni d’età, il bambino avrà una dentatura completa. Attorno ai 6 anni, i denti da latte inizieranno a cadere spontaneamente per lasciare il posto a quelli permanenti.

A seguito di una valutazione specialistica può ritenersi opportuna una terapia per la cura di una lesione cariosa; la profondità della stessa deve essere valutata grazie, ad esempio, all’impiego di una radiografia endorale che ci farà privilegiare una scelta possibile tra una semplice otturazione o la devitalizzazione nel caso in cui la lesione sia molto profonda.

Nel caso si prediliga la scelta della devitalizazione sarà da valutare se effettuare una pulpectomia cioè la rimozione totale della polpa (nervi e vasi sanguigni) o una pulpotomia che consiste nell’asportazione completa del tessuto pulpare camerale. Spesso di opta per la pulpotomia in modo da togliere i sintomi dolorosi e temporeggiare fino a quando il dente potrà essere estratto.

In altri casi, invece, si cerca di posticipare l’estrazione del dente da latte in modo da favorire l’eruzione del dente permanente con la masticazione, infatti, il dente deciduo esercita una pressione sui tessuti sottostanti con conseguente necrosi e ricambio; la spinta prodotta dalla formazione della radice del dente permanente contribuisce alla formazione del dente definitivo.

Se si opta per l’estrazione, a volte può essere utile l’utilizzo di un mantenitore di spazio per evitare la migrazione de denti contigui già erotti e mantenere così lo spazio necessario.