bruxismo

EROSIONE DENTALE

L’espressione erosione dentale si riferisce alla perdita progressiva e irreversibile dello smalto dentale. Si tratta di un tessuto altamente mineralizzato che svolge una funzione protettiva nei confronti della corona dentale, salvaguardandola da fenomeni quali le carie o la sensibilità dentinale. L’erosione dentale è causata principalmente da due fattori: l’alto tasso di acidità dei cibi e delle bevande che ingeriamo e una scorretta igiene orale. A causa dell’irreversibilità di questo processo è importante agire preventivamente in modo da limitarlo e, ove possibile, prevenirlo.

Erosione dentale: alcuni suggerimenti pratici
Di seguito verranno illustrati alcuni comportamenti da adottare per prevenire o attenuare il fenomeno dell’erosione dentale.
Dal punto di vista dell’alimentazione, è bene:

1. Limitare l’assunzione di zuccheri, non solo di quelli raffinati come dolci e caramelle (specialmente quelle appiccicose come le caramelle mou che attaccandosi ai denti ne prolungano il contatto con lo zucchero), ma anche di carboidrati complessi quali dolci, biscotti e merendine e di zuccheri semplici come miele e saccarosio.
2. Fare attenzione agli alimenti acidi, inclusi frutta e verdura. Sebbene la vitamina C contenuta negli agrumi faccia bene al nostro organismo, è pur vero che il limone fa male ai denti; si tratta di una condizione dovuta all’alto tasso di acidità presente in alcuni tipi di frutta come appunto gli agrumi.
3. Limitare il consumo di bevande acide, specialmente se carbonate e/o zuccherate. Lo smalto dei denti è formato da composti di calcio estremamente vulnerabili agli acidi e le bevande in questione, contenendone in grandi quantità, sono in grado di danneggiarlo gravemente anche per via dell’esposizione prolungata che spesso ne consegue. Per questo motivo è meglio utilizzare sempre una cannuccia per bere questo tipo di bevande. È bene notare che anche le bevande energetiche rientrano in questa categoria. Inoltre, in quanto vengono spesso assunte a bocca secca, esse presentano un maggior potenziale erosivo poiché la saliva è poco presente nel cavo orale dopo l’attività fisica.

Per quanto riguarda invece l’igiene orale è preferibile:

a. Lavarsi i denti almeno due volte al giorno, idealmente dopo ogni pasto, utilizzando uno spazzolino a setole morbide e un dentifricio non troppo abrasivo. Inoltre, è fondamentale apprendere i movimenti di spazzolamento corretti e non temere di confrontarsi con il proprio dentista se non si è certi di averli appresi a dovere.
b. Monitorare la secchezza delle fauci, tenendo sotto controllo la produzione di saliva ed eventualmente stimolandola produzione in quanto quest’ultima è fondamentale per la protezione del cavo orale e la rimineralizzazione dello smalto.
c. Evitare di lavarsi i denti subito dopo aver consumato cibi o alimenti acidi poiché questi ultimi ammorbidiscono lo smalto dentale rendendolo più vulnerabile ai traumi, inclusi quelli imputabili allo spazzolamento.

In conclusione, è importante sottolineare come una dentatura sana derivi sempre in gran parte dall’applicazione costante di poche semplici regole. E siccome la prevenzione è la miglior forma di cura, ci auguriamo che questi suggerimenti si rivelino utili per la salute e longevità del vostro sorriso.